Copertina Libro: La forza di polizia

la forza di polizia

Uno studio criminologico sulla violenza


Roberto Cornelli
 

La forza di polizia serve a imporre l’osservanza della legge e a contenere
la violenza sociale, ma è essa stessa violenza che va contenuta e canalizzata
in funzione del progetto di società che s’intende affermare. Soprattutto
nelle democrazie contemporanee, l’uso della forza comporta dilemmi
etico-politici che, in assenza di una cornice entro cui interpretare i significati
del “fare polizia”, appaiono interessare esclusivamente il singolo
agente.
In un percorso di ricerca che, a partire dai recenti episodi di police
brutality, affronta in modo interdisciplinare i principali nodi teorici che
intrecciano l’agire di polizia col tema della violenza, l’Autore propone
una lettura della forza di polizia che prende le distanze dalla vulgata delle
mele marce (o delle piante malate), per mettere in risalto la semantica
del gesto violento che emerge nell’intersezione tra diversi processi di
legittimazione dell’azione di polizia.
L’adozione di questa prospettiva d’analisi amplia le possibilità di riforma
del comparto sicurezza, tenendo conto, in particolare, di come il sistema
culturale, le politiche di polizia e i saperi professionali attraversano le
soggettività degli operatori che si trovano a “scegliere” se usare o meno
la forza in situazioni contingenti.