Storia

La Società Italiana di Criminologia (SIC) è un'associazione scientifica costituita in Roma il 18 febbraio 1957 e che vede nella persona del Prof. Benigno Di Tullio il fondatore e il primo Presidente, che tutti gli studiosi del settore ricordano per la coerenza e la passione con cui ha portato avanti le sue idee e il suo metodo di lavoro.

Le linee di programmazione e di sviluppo della criminologia sono state tracciate da grandi Maestri come Giacomo Canepa, GianLuigi Ponti, Tullio Bandini, che hanno presieduto la società ed hanno rappresentato e rappresentano un esempio di competenza scientifica, dedizione personale e capacità organizzativa.

La Società ha sempre contribuito alla promozione e al coordinamento degli studi sulle cause e sulla prevenzione del crimine, sul trattamento del delinquente, sul sostegno alle vittime, sulla reazione sociale ai comportamenti devianti, nonché all'acquisizione e al perfezionamento dei mezzi scientifici per l'attuazione di una adeguata politica criminale, efficace e rispettosa dei diritti dell'uomo.
La Società ha cercato di facilitare la collaborazione e il confronto tra diversi gruppi di ricerca organizzando congressi, seminari di studio, corsi e conferenze durante i quali i soci possono interagire in modo costruttivo e fornire dati, informazioni e risposte su tematiche relative alla criminalità e al controllo sociale, ed ha contribuito al mantenimento dei rapporti con le associazioni nazionali ed internazionali del settore al fine di diffondere gli studi criminologici e i risultati conseguiti.

Possono essere soci ordinari i laureati che abbiano una particolare competenza nel campo della criminologia e che svolgono una qualificata e documentata attività in tale ambito. Possono essere soci corrispondenti quegli italiani residenti all'estero o quegli stranieri che sono attivi nel settore delle scienze criminologiche.

La Società è diretta ed amministrata da un Consiglio Direttivo e dal 13 ottobre 1989 anche da una Commissione Scientifica, un organo consuntivo che persegue lo scopo di fornire suggerimenti nel campo della programmazione della ricerca e della promozione scientifica e di valutare gli articoli inviati per la pubblicazione sulla "Rassegna Italiana di Criminologia", organo ufficiale della Società.
Allo scopo di onorare la memoria del Prof. Benigno Di Tullio e del Prof. Filippo Gramatica, iniziatore degli studi di "Difesa sociale" e fondatore della "Société Internationale de Défence Sociale", sono stati istituiti nel 1989 due premi di elevato prestigio accademico, rispettivamente assegnati al miglior contributo scientifico in campo criminologico e nel campo della difesa sociale.